3E | Un esempio di successo per l’ottimizzazione degli impianti fotovoltaici.
16677
post-template-default,single,single-post,postid-16677,single-format-standard,ajax_fade,page_not_loaded,,qode-theme-ver-13.5,qode-theme-tagit,disabled_footer_top,wpb-js-composer js-comp-ver-5.4.7,vc_responsive

Un esempio di successo per l’ottimizzazione degli impianti fotovoltaici.

Un esempio di successo per l’ottimizzazione degli impianti fotovoltaici.

In un impianto “tradizionale” un pannello guasto e/o ombreggiato limita il funzionamento di un intera “stringa” di pannelli in quanto la potenza erogabile dal sistema è pari alla somma della tensione dei pannelli moltiplicata per la corrente più bassa.

Nel caso di un impianto “ottimizzato” la potenza erogata dal sistema sarà pari alla somma dei contributi dei singoli pannelli. Ciò consente un notevole incremento della produzione di energia dell’impianto; in questo modo è inoltre possibile individuare i pannelli che evidenziano perdite di prestazione e consentono di attivare la garanzia del produttore.

Pertanto è evidente che, con l’installazione di sistemi di ottimizzazione a tecnologia avanzata che consentono di gestire ogni singolo modulo fotovoltaico in modo autonomo, si possono eliminare e/o ridurre drasticamente tutti i fattori che limitano la produzione energetica degli impianti fotovoltaici, aumentando la produzione fino al 25%. 

Uno degli interventi che abbiamo realizzato è stato selezionato dalla SMA come Best Practice, per approfondire:

CLICCA QUI